Introduzione e vantaggi / svantaggi del clustering in Linux - Parte 1


Ciao a tutti, questa volta ho deciso di condividere le mie conoscenze sul clustering Linux con voi come una serie di guide intitolate " Clustering Linux per uno scenario di failover ".

Di seguito sono riportate le serie di 4 articoli su Clustering in Linux:

Parte 1 : Introduzione a Linux Clustering e vantaggi/Disadvanges of Clustering

Parte 2 :

Parte 3 :

Parte 4 :

Prima di tutto, è necessario sapere cos'è il clustering, come viene utilizzato nell'industria e che tipo di vantaggi e inconvenienti ha ecc.

Cos'è il Clustering

Il clustering sta stabilendo la connettività tra due o più server per farlo funzionare come tale. Il clustering è una tecnica molto popolare tra gli ingegneri di sistema che possono raggruppare i server come un sistema di failover, un sistema di bilanciamento del carico o un'unità di elaborazione parallela.

Con questa serie di guide, spero di guidarti a creare un cluster Linux con due nodi su RedHat / CentOS per uno scenario di failover.

Dato che ora hai un'idea di base su cosa è il clustering, scopriamo cosa significa quando si tratta del clustering di failover. Un cluster di failover è un insieme di server che lavora insieme per mantenere l'alta disponibilità di applicazioni e servizi.

Per un esempio, se un server non riesce a un certo punto, un altro nodo (server) prenderà il carico e non darà all'utente finale alcuna esperienza di downtime. Per questo tipo di scenario, abbiamo bisogno di almeno 2 o 3 server per fare le configurazioni corrette.

Preferisco usare i server 3 ; un server come server abilitato per Red Hat e altri come nodi (server back-end). Diamo un'occhiata al diagramma sottostante per una migliore comprensione.

Cluster Server: 172.16.1.250
Hostname: clserver.test.net

node01: 172.16.1.222
Hostname: nd01server.test.net

node02: 172.16.1.223
Hostname: nd02server.test.net   

Nello scenario sopra, la gestione dei cluster viene eseguita da un server separato e gestisce due nodi come mostrato dal diagramma. Il server di gestione cluster invia costantemente segnali di heartbeat a entrambi i nodi per verificare se qualcuno sta fallendo. Se qualcuno ha fallito, l'altro nodo prende il carico.

  1. Clustering servers is completely a scalable solution. You can add resources to the cluster afterwards.
  2. If a server in the cluster needs any maintenance, you can do it by stopping it while handing the load over to other servers.
  3. Among high availability options, clustering takes a special place since it is reliable and easy to configure. In case of a server is having a problem providing the services furthermore, other servers in the cluster can take the load.
  1. Cost is high. Since the cluster needs good hardware and a design, it will be costly comparing to a non-clustered server management design. Being not cost effective is a main disadvantage of this particular design.
  2. Since clustering needs more servers and hardware to establish one, monitoring and maintenance is hard. Thus increase the infrastructure.

Ora vediamo quale tipo di pacchetti/installazioni abbiamo bisogno per configurare con successo questa installazione. I seguenti pacchetti/RPM possono essere scaricati da rpmfind.net .

  1. Ricci (ricci-0.16.2-75.el6.x86_64.rpm)
  2. Luci (luci-0.26.0-63.el6.centos.x86_64.rpm)
  3. Mod_cluster (modcluster-0.16.2-29.el6.x86_64.rpm)
  4. CCS (ccs-0.16.2-75.el6_6.2.x86_64.rpm)
  5. CMAN(cman-3.0.12.1-68.el6.x86_64.rpm)
  6. Clusterlib (clusterlib-3.0.12.1-68.el6.x86_64.rpm)

Vediamo cosa fa ogni installazione per noi e il loro significato.

  1. Ricci is a daemon which used for cluster management and configurations. It distributes/dispatches receiving messages to the nodes configured.
  2. Luci is a server that runs on the cluster management server and communicates with other multiple nodes. It provides a web interface to make things easier.
  3. Mod_cluster is a load balancer utility based on httpd services and here it is used to communicate the incoming requests with the underlying nodes.
  4. CCS is used to create and modify the cluster configuration on remote nodes through ricci. It is also used to start and stop the cluster services.
  5. CMAN is one of the primary utilities other than ricci and luci for this particular setup, since this acts as the cluster manager. Actually, cman stands for CLUSTER MANAGER. It is a high-availability add-on for RedHat which is distributed among the nodes in the cluster.

Leggi l'articolo, capisci lo scenario a cui creeremo la soluzione e imposta i prerequisiti per l'implementazione. Incontriamoci con la Parte 2, nel nostro prossimo articolo, in cui apprendiamo come installare e creare il cluster per lo scenario indicato.

Riferimenti:

  1. ch-cman Documentation
  2. Mod Cluster Documentation

Resta connesso con Tecmint per le pratiche e le ultime istruzioni. Resta sintonizzato per la parte 02 (server Linux con clustering con 2 nodi per uno scenario di failover su RedHAT/CentOS - Creazione del cluster) a breve.

Tutti i diritti riservati. © Linux-Console.net • 2019-2020